Massimo Temporelli ad Alessandria per parlare di Fabbriche Digitali

Massimo Temporelli ad Alessandria per parlare di Fabbriche Digitali

Industria 4.0 e Fabbriche Digitali: lunedì scorso, 25 settembre, Alessandria ha avuto l’onore di ospitare Massimo Temporelli, il creatore di The FabLab, arrivato in città per un incontro alla Fondazione Cassa di Risparmio.

L’incontro è stato molto interessante e tantissimi sono stati i temi toccati. Purtroppo, quando si parla di questi argomenti, l’affluenza – soprattutto tra i giovani – non è mai abbastanza alta!

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

Industria 4.0 e Fabbriche Digitali

Vengono ancora considerati temi ed argomenti per gli addetti ai lavori. Non si è ancora capito che la rivoluzione che è in atto riguarda tutto e tutti, tutte le città e tutti i luoghi, non solo la Silicon Valley e nessuno può tirarsene fuori.

Il creatore di @thefablab_ è stato ad #Alessandria per parlare di #FabbricheDigitali. Unpiacere ascoltare @temporelli73 Condividi il Tweet

Massimo Temporelli ha spiegato come le rivoluzioni industriali siano una trasformazione dei processi. Il cambiamento tecnologico non è roba di oggi e non l’abbiamo scoperto noi ora. Stiamo parlando di uomo e di cose umane, non di roba da ingegneri ed addetti ai lavori.

La politica, le banche, l’economia,… devono creare le condizioni perché le rivoluzioni avvengano. Non sono le invenzioni che fanno le rivoluzioni. Pensiamo al passato: Watt inventa la macchina a vapore e tutto si trasforma?

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

Una società pronta a recepire il cambiamento

No! Non è così! Ci sono dei contesti umani in cui le rivoluzioni avvengono perché c’è una società pronta a recepire il cambiamento.

Non aspettiamoci che arrivi uno ad inventare qualcosa e la rivoluzione avvenga. Andiamo a vedere dove sono gli ambienti pronti alla rivoluzione. Analizzando questi aspetti si capisce subito che non è solo un tema industriale, ma cambia tutta la società. Cambia tutto il rapporto con il mercato e con le merci ad esempio: dal progetto, alla realizzazione, al magazzino, all’acquisto, al consumo…

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

Si ha una trasformazione pesante dell’esistenza e della quotidianità umana. Questo è la rivoluzione industriale.

Non è una questione tecnica, ma riguarda l’umanità e cambierà il nostro modo di esistere. Non siamo noi che cambiamo: dal punto di vista biologico, noi esseri umani siamo assolutamente uguali a quelli del 700. I cambiamenti avvengono attraverso la tecnologia.

Tecnologia e aspetto umano, inteso come ‘uomo’ sono i volani del cambiamento. Cambiamento che oggi è più veloce. Massimo ha spiegato che, mentre guidava, un sintetizzatore vocale gli leggeva il pdf del libro di Annalisa Magone che è stato presentato nel corso dell’incontro. Tutto è più veloce.

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

Industria 4.0 e Fabbriche Digitali per cogliere le opportunità

Non dobbiamo pensare all’Industria 4.0 come negativa: ha tanti aspetti etici e ambientali belli. Più di quanto pensiamo, proprio per questo deve diventare uno snodo nelle scelte professionali di tutti noi.

L’Industria 4.0 ha definizioni diverse se lo chiediamo ad ingegneri o ad economisti.

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

Annalisa ha parlato della condivisione di macchine costosissime, come stampanti 3D evolute in grado di stampare tantissimi metalli e leghe diverse. Il costo non può che essere condiviso, ecco una delle grandi trasformazione dei processi lavorativi. Non ci dividiamo le macchine per un nostalgico ritorno al comunismo, ma perché conviene condividere le macchine!

La fabbrica oggetto di questa rivoluzione non deve produrre il bene finché non viene ordinato. Non avrà pertanto spese di magazzino e resi e permetterà al massimo la customizzazione arrivando a permettere al cliente di coprogettare con me il prodotto finale.
Questo dovranno fare gli Artigiani Industriali e l’Italia che è maestra in questo aspetto, potrà evolvere e cavalcare l’onda proprio con quelli che storicamente sono i suoi punti di forza.

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

Non basta cambiare attrezzi

Ecco allora che il ragionamento si è spostato al fatto che non basta cambiare attrezzi ed utilizzare le nuove macchine. Le macchine hanno un costo ed infinite potenzialità inespresse. Ecco che si ribalta l’eterno dilemma delle macchine e dei robot che rubano il lavoro. Qui servirà l’uomo per estrarre valore. Sono macchine complesse che necessitano di creatività, studio, design ed intuizione. Non basterà passare dalla lima alla stampante 3D!

Tutto il modello di business va rivisto ed è difficile da costruire: far funzionare le macchine è complicato. Non basterà un garzone o un operaio. Rientra il tema trasversale della formazione continua per le Professioni del Futuro. Ma quanto è difficile oggi trovare un ingegnere che voglia mettere in bolla una macchina? Questi sono i nuovi problemi che confermano il fatto che non basta cambiare attrezzi.

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

In questa nuova dimensione non serve esperienza professionale, perché è una tecnologia talmente nuova che non esistono figure professionali formate e preparate che le aziende possano strapparsi una con l’altra.

Ecco perché in queste nuove realtà si preferisce personale che non conosca la tecnologia specifica applicata, perché così non ha la zavorra di un background che può essere limitante.

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

La scuola rientra nelle Fabbriche Digitali

E qui entra di nuovo in ballo la scuola e ancora una volta il mondo che vivo ogni giorno ne è toccato. Come fare a cercare di trovare un po’ di equilibrio tra la scuola e il mondo del lavoro? L’istruzione non è più una questione di “addestramento”, ci deve essere lo sviluppo della creatività e del libero pensiero come motore trainante.

Come fare a rendere tali le nostre scuole? Come fare a rendere recettive le nostre realtà di tutti i giorni?

Anche qui la risposta di Massimo Temporelli è stata lapidaria e per certi versi simile a quella che mi era stata data da Pietro Guindani e Stefano Scabbio ad Human Age: parlare, diffondere, contagiare. Anche questi eventi arricchiscono dal punto di vista culturale. Anche se c’è poca gente, anche se vengono snobbati. Il lato positivo è che si comincia a parlarne.

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

E’ l’unica strada per capire e far capire che nessuno può tirarsi fuori dalla rivoluzione industriale. Chi ci ha provato è sparito dalla storia. Siamo chiamati tutti alle armi e tutti connessi uno all’altro.

Commentando una slide sulle Fabbriche Digitali, Temporelli ha affermato che la rivoluzione non è un elenco a punti, ma un ecosistema complicato connesso. Non complicato ma complesso, perchè l’innovazione è una questione di apertura.

Oggi abbiamo una realtà che è costituita da poco progetto e troppo maker senza progettazione. Per trasformarlo in business bisogna lavorare con le aziende alla progettazione e al design prima che al maker e al fare.

 industria 4.0 fabbriche digitali massimo temporelli e valeria cagnina alessandria

La trasformazione del nostro Paese

Le aziende per tanti motivi, economici e culturali, oggi non fanno ricerca e sviluppo. I FabLab possono diventare i luoghi in cui si fa questo in sinergia. Non per costruire le stesse cose di prima con tecniche diverse che è un po’ quello che oggi accade, ma per costruire cose diverse con tecniche diverse.

I FabLab sono luoghi molto sviluppati in Italia perché hanno a che fare con la natura stessa e le inclinazioni della nostra nazione.

Oggi la rivoluzione è contemporanea a tutti i paesi, non come la prima rivoluzione che da noi è arrivata cento anni dopo.

Solo se il nostro paese saprà cogliere questa opportunità di Fabbriche Digitali e trasformarsi non farà da call center esterno ma sarà cuore del cambiamento!

massimo temporelli e valeria cagnina industria 4.0 fabbriche digitali alessandria

Update del 5 ottobre

La Fondazione Cassa di Risparmio, in un comunicato che potete leggere sia su Radio Gold che su AlessandriaNews, sospende gli incontri. In questo video il mio punto di vista e un invito a tutti gli alessandrini. Buona visione!

Info sull'autore

Valeria Cagnina administrator

Commenta